Pietro Grossi


L'inferno Di Dante (Emigrato Incazzato) - Poem by Pietro Grossi

Sono fuggito, come un disperato
Disoccupato, Deriso e Derubato,
Offeso a morte dalla propria terra
Me ne sono scappato in Inghilterra.

Perchè un paese che era all'avanguardia
Che si pavoneggiava, tondo tondo
Ha cacciato la testa nella sabbia..
..Cosa è successo che ha toccato il fondo?

Lavoro zero...però tasse tante,
E' diventato 'L'Inferno Di Dante',
..Eppure in tanti godon sullo sfondo:
'I nuovi Ricchi dentro il Terzo Mondo'.

Cosa ti vuoi aspettare da un paese
Che in passato, la storia ce lo narra,
Per complotti politici..e non per guerra,
Ha venduto alla Francia La Sua Terra.


PG0312150743

Topic(s) of this poem: anger

Form: Occasional Poem


Comments about L'inferno Di Dante (Emigrato Incazzato) by Pietro Grossi

There is no comment submitted by members..



Read this poem in other languages

This poem has not been translated into any other language yet.

I would like to translate this poem »

word flags


Poem Submitted: Sunday, January 24, 2016

Poem Edited: Sunday, January 24, 2016


[Report Error]